Come scegliere il portatile computer portatile per te?

Se non hai familiarità con l’aspetto tecnico dei computer portatili, potrebbe essere un’ardua impresa scegliere quello più adatto a te. La tecnologia si è evoluta molto rapidamente negli ultimi anni e non è facile stare al passo con gli ultimi modelli di hard disk, CPU, schede grafiche e via dicendo. Per scegliere il portatile perfetto per, devi innanzitutto stabilire le tue priorità e poi procedere con la scelta di un computer che vada incontro a quelle esigenze. In quest’articolo ci soffermeremo su alcuni degli elementi che farai meglio a tenere a mente se stai cercando il portatile più adatto a te nel 2019.

1. Seleziona la giusta dimensione dello schermo

Esiste un’ampia varietà relativa alla dimensione degli schermi. Quanto portatile desideri che sia il tuo computer? Minori le dimensioni, maggiore il livello di portabilità. Ma anche qualora questo aspetto fosse per te prioritario, non bisogna dimenticare che uno schermo troppo piccolo potrebbe risultare molto scomodo. Da Tesco: Bisognerebbe cercare il giusto equilibrio tra dimensione dello schermo e portabilità se si desidera ottenere un’esperienza ottimale.

Leggi tutto

ASUS EeeBook X205TA-FD015BS recensione: Per gli studenti con un budget limitato

Il super economico Chromebook cloud-based di Google ha dato filo da torcere a Microsoft negli ultimi anni. Queste macchine a basso costo vantano una gran quantità di cloud storage gratuito e accesso ai potenti strumenti web-based di Google come Docs e Sheets, e fino ad ora Microsoft non è riuscita a trovare una valida alternativa. Ciò sembra destinato a cambiare con l’Asus EeeBook X205TA, che potrebbe essere il primo sfidante genuino ai dispositivi di Google. Si tratta di un portatile leggero, sottile ed economico che viene fornito con il cloud storage e Microsoft Office.

BUILD E SCHERMO DI QUALITÀ

Per un portatile di EUR 210, la qualità costruttiva è estremamente impressionante. L’EeeBook X205TA da 11.6 pollici pesa 980g, il che lo rende uno dei portatili più leggeri che abbiamo mai testato, ma questa leggerezza non ne compromette la solidità. Il telaio in plastica non si sente minimamente come scadente, come alcuni degli altri computer portatili economici che abbiamo testato. In realtà abbiamo trovato i suoi angoli arrotondati e i bordi squadrati piuttosto attraenti.

Solo due porte USB2 si trovano sul lato destro del X205TA, e non ci sono porte USB3 di sorta, il che è un po’ deludente. Almeno si ha il Bluetooth, oltre al Wi-Fi 802.11n, in modo da poter collegare periferiche wireless facilmente. Sulla sinistra si trova uno slot per schede microSD, un jack per le cuffie e una porta micro HDMI per collegare il portatile a un monitor esterno. Gli altoparlanti integrati sono ok: sono forti, chiari, e solo un po’ metallici così avrete sicuramente voglia di un paio di cuffie, se guardate video e ascoltate musica.

Leggi tutto

M, L’Assistente Virtuale di Facebook è morto. E così i Chatbot

È difficile da ricordare ora, ma c’ è stato un momento all’ inizio del 2016, quando molti nel settore tecnologico credevano che i chatbot (assistenti virtuali automatizzati basati su interazione testuale) sarebbero stati la prossima grande innovazione. L’applicazione di messaggistica Kik ha puntato il futuro della sua azienda su bot e “chatvertising” (Pubblicità mediante chat). La Startup Betaworks studio ha lanciato un suo programma di accelerazione bot chiamato Botcamp, mentre alla sua conferenza F8 2016, Facebook ha presentato i bot agli sviluppatori come il miglior modo di collegarsi ai 900 milioni di utenti presenti su Messenger.

Pochi si aspettavano che assistenti vocali come Alexa di Amazon e Google Assistant avrebbero spopolato e che i chatbot basati su testo sarebbero diventati una ben presto datati. L’ acceleratore di Betaworks, che secondo l’azienda è stato progettato come un modello unico, è passato in mano ad altri settori. Kik si è invece ripiegata sulla tecnologia blockchain. Mentre ora Facebook dice che il 19 gennaio pensionerà M, il suo assistente virtuale a servizio completo degli utenti.

Leggi tutto

Procurati l’Ultimo Pacchetto Hacker 2019 – Pagando Quello che Vuoi

In considerazione del numero di minacce nel mondo dei computer in costante crescita, gli hacker etici sono diventati gli attori più importanti, non solo nell’ambito dei governi, ma anche in quello delle aziende private e delle società di informatica, al fine di mettere in sicurezza i loro sistemi e le loro reti contro gli  hackers che provano ad infiltrarsi.

Si prevede che entro il 2020, le possibilità di occupazione in tutti i campi della tecnologia dell’informazione possano aumentare del 22 per cento, settori nei quali il fabbisogno di hacker etici e di tecnici di sicurezza Informatica sarà il più forte. E’ dunque giunto il momento di prepararsi all’hacking etico. Leggi di più: Come Spiare un Cellulare?

Leggi tutto

I 10 migliori Software Antivirus Free del 2019 per proteggere il tuo PC

Se stai usando Windows ed hai una vaga idea di cosa stia succedendo nel mondo della cybersicurezza, devi sapere che il tuo computer non è al sicuro da malware o altre minacce. Lo stesso si applica ad Android e macOS. Per proteggerti da queste minacce, i grandi marchi della cybersicurezza sviluppano e rilasciano software antivirus. In questo articolo darò un’occhiata ai più notevoli e migliori antivirus free in circolazione per aiutarti a prendere una decisione informata.

Potresti anche chiederti quanto sia realmente utile ed efficace un antivirus free. Beh, lascia che ti dica che molti scanner gratuiti come Bitdefender, Kaspersky, Avast, ecc, fanno un buon lavoro quando si parla di protezione free dai virus. Senza dover dire che la loro controparte a pagamento offre funzioni premium e supporto dedicato. Ecco perchè ho aggiunto anche i link ad alcune opzioni premium. Dai un’occhiata e assicurati che i tuoi dispositivi siano al sicuro dalle minacce nel 2019.

Lista dei migliori 10 Antivirus Free per il 2019

Avast Free Antivirus

Quando cerchi un antivirus free per mantenere l’integrità del tuo computer e salvarti da vari malware ed attacchi di hacking, Avast si rileva essere un leader valoroso sopra tutti gli altri. L’ultima release è uno dei migliori antivirus leggeri in circolazione e promette di avere un “tocco leggero” sul tuo PC secondo PCTempo. Le principali funzioni di Avast Free Antivirus sono:

  • Questo “Antivirus Intelligente” rileva malware, virus, ransomware, e phishing, ecc. Usando l’analisi intelligente, le minacce vengono bloccate il prima possibile.
  • “CyberCapture”, che è uno scanner basato su cloud, invia i file sospetti al cloud per analisi più approfondite. Se si rileva una minaccia, tutti gli utenti sono protetti in futuro.
  • “WiFi Inspector” trova le vulnerabilità nel tuo WiFi di casa e lo rende più sicuro.
  • “Smart Scan” rileva vari buchi di sicurezza piccoli e grandi presenti sulla tua macchina.
  • La modalità automatica “Game Mode” si assicura che le tue notifiche vengano bloccate.
  • “Behaviour shield” tiene d’occhio le app e i loro comportamenti per assicurarsi che non danneggino la tua macchina.

Dopotutto, Avast è ricco di funzioni se comparato ad altri di questa lista, tra cui il famoso Bitdefender ed Avira Free Antivirus software. Hai anche un password manager chiamato Avast Passwords.

Leggi tutto

Facebook Non Può Essere Aggiustato.

Il problema fondamentale di Facebook non è l’influenza esterna, i bot che fanno spam, i troll, oppure i venditori di fama, ma è il core business model stesso dell’azienda, e abbandonare non è un’opzione in questo caso.

Facebook   Mark Zuckerberg ha appena annunciato la sua “sfida personale” dell’anno, sfide che nel passato hanno spaziato dal mangiare solamente carne da lui personalmente uccisa all’imparare il Mandarino.

Leggi tutto

Problema di Bypass alla “Same Origin Policy” (SOP) alla Base della Falla di Sicurezza Identificata sul Browser Samsung Android

Una vulnerabilità critica è stata identificata sull’App Internet installata all’origine su centinaia di milioni di dispositivi Samsung Android che potrebbe consentire a un aggressore di rubare i dati dalle schede aperte del browser qualora l’utente si trovasse a visitare un sito web dannoso.

Identificato con l’appellativo CVE-2017-17692, la vulnerabilità deriva dal Bypass della Same Origin Policy (detta SOP) che è contenuto nella versione della popolare App Internet Samsung n.  5.4.02.3 e precedenti.

La Same Origin Policy o SOP è una funzione di sicurezza applicata nei browser moderni che è stata progettata per rendere possibile per le pagine Web dello stesso sito Web di interagire, evitando al contempo, che siti non correlati possano interferire fra loro.

Leggi tutto

WhatsApp cessa di operare sulle piattaforme meno recenti mentre gli utenti del sistema operativo Blackberry 10 ottengono una proroga di due settimane.

WhatsApp concede agli utenti del sistema operativo Blackberry 10 una proroga di due settimane e l’App continuerà a funzionare su questa piattaforma, per qualche tempo.

 WhatsApp sta concedendo agli utenti di Blackberry 10 una proroga di due settimane e l’app continuerà ad essere attiva su questa piattaforma per qualche tempo.

WhatsApp ha ufficialmente smesso di supportare ed operare su  piattaforme meno recenti,  come ad esempio Windows 8.0 o versioni precedenti, su dispositivi BlackBerry e BlackBerry 10. La società aveva già annunciato che il supporto a queste piattaforme si sarebbe concluso il 31 dicembre 2017. Tuttavia, sembra che gli utenti di BlackBerry 10 abbiano ottenuto una proroga di due settimane e WhatsApp continuerà ad operare su questa specifica piattaforma ancora per qualche tempo.

L’App di proprietà di Facebook aveva annunciato che il supporto per queste piattaforme era giunto al termine perché  “non offrono il tipo di funzionalità” necessarie “ all’ampliamento delle specifiche future” dell’App in oggetto.  WhatsApp ha ora rilasciato all’attenzione di Crackberry una dichiarazione informando che l’Applicazione, per i Blackberry 10, sarebbe andata in modalità di obsolescenza”.

La dichiarazione aggiunge inoltre che  il funzionamento dell’app di messaggistica sarà atttivo per un breve periodo di tempo,“ma alcune pratiche cambieranno.”Si comunica che gli utenti di BlackBerry 10 non potranno ri-registrarsi se eliminano l’App per poi reinstallarla. Non potranno  verificare il numero o completare l’impostazione. L’azienda informa che al termine delle due settimane, l’applicazione andrà in “modalità di disattivazione”, il che significa che smetterà di funzionare e le connessioni ai server della società cesseranno, di fatto arrestando il servizio ai clienti.

La comunicazione inoltre riporta questa indicazione:“Tuttavia, anche dopo la disattivazione, l’applicazione client BlackBerry 10 potrà comunque consentire di accedere al contenuto dei messaggi presenti sul telefono. Questa pratica dovrebbe essere simile a quella che fu sperimentata da tutti coloro che avevano dimenticato di aggiornare la loro applicazione l’ultima volta che si era andati oltre la data di scadenza che era stata a suo tempo pubblicata.” 

Con il termine del supporto di WhatsApp su BlackBerry, la piattaforma Windows non sorprende, dato che la maggior parte degli utenti sono ora su Android e iOS e queste stesse piattaforme non ottengono sempre il sostegno delle loro aziende. Gli smartphone BlackBerry 10 sono morti e i telefoni sotto questo marchio sono ora prodotti da Tcl con focus su Android.

L ‘app di messaggistica verrà inoltre disattivata su Nokia S40 dopo il 31 dicembre 2018, cioè alla fine di quest’anno. Le versioni Android 2.3.7 come pure quelle meno recenti  saranno supportate solo fino al 1° febbraio 2020. WhatsApp consiglia agli utenti di aggiornare i telefoni più recenti se desiderano continuare ad usufruire dell’app di messaggistica. Inoltre non vi è alcuna soluzione da parte dell’azienda, per il trasferimento della cronologia delle chat da una piattaforma all’altra. Tuttavia, l’azienda offre la possibilità di inviare, per email, tutto lo storico delle chat, sotto forma di allegato.

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén